PRIVACY - NOTE LEGALI | CHI SIAMO
HOME | SINISTRI | CONTATTI | AREA PARTNER
D & O RC AMMINISTRATORI

 

Scarica il progetto in PDF
Scarica proposta di polizza in PDF
Scarica le condizioni di polizza in PDF

 

Amministratori, Dirigenti e Sindaci delle società di capitali sono sempre più al centro di azioni di responsabilità conseguenti a violazioni derivanti dalla Legge, dall'Atto Costitutivo e dallo statuto Societario.

Bisogni soddisfatti

Pregiudizi economici, intendendosi per questi ogni danno, decisione o transazione, nonché i costi sostenuti per la difesa legale degli assicurati, arrecati a terzi e conseguenti a fatti per i quali gli stessi assicurati siano ritenuti civilmente responsabili.
Copertura delle perdite patrimoniali da fatto illecito del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e dei Direttori Generali di nomina assembleare connessi nell'esercizio delle loro funzioni in seno alla Società e alle sue Controllate.

A chi si rivolge:

  • Componenti del Consiglio di Amministrazione
  • I Componenti del Collegio Sindacale
  • I Dirigenti di nomina assembleare nell'ambito delle loro funzioni manageriali e di supervisione
  • possibile estensione ad altro personale direttivo

Oggetto della polizza
Tenere indenni da perdite patrimoniali Amministratori, Sindaci e Dirigenti in caso siano chiamati a rispondere con il proprio patrimonio di un atto illecito nell'ambito delle loro rispettive funzioni

Responsabilità degli amministratori
La Responsabilità degli Amministratori e' una responsabilità da "inadempimento" e si configura:

  1. in una violazione di un obbligo loro imposto
  2. in una creazione di un danno
  3. nella presenza di un nesso di causalità fra violazione e danno

La valutazione del grado di "Diligenza" cui deve essere parametrata la condotta dell'Amministratore (data la natura tipicamente professionale della sua funzione) e' quella "dell'Avveduto Amministratore

Responsabilità dei sindaci
La Responsabilità dei Sindaci prevede:

  1. devono vigilare sul rispetto della Legge e dell'atto costitutivo da parte degli Amministratori
  2. la veridicità e autenticità di quanto da questi asserito e relazionato
  3. Sono responsabili solidalmente con gli Amministratori per i fatti e le omissioni di questi quando il danno non si sarebbe prodotto o si sarebbe potuto limitare se essi avessero vigilato in conformità degli obblighi della loro carica
  • E' una responsabilità diretta ( e non indiretta ) per mancata o imperfetta vigilanza
  • Soggetti passivi di una azione di responsabilità sono i singoli sindaci e non l'intero Collegio -
  • Solidarietà "interna"per cui:
  1. ognuno può essere chiamato a rispondere per l'intera prestazione risarcitoria
  2. azione può essere posta anche nei confronti di un solo sindaco
  3. solidarietà opera solo tra soggetti che erano in carica al momento dell'evento dannoso - soggetti entrati successivamente in carica rispondono autonomamente per le responsabilità a loro direttamente imputabili.
  • Atto illecito :reale o presunto
  • Violazione delle norme di legge o di regolamenti
  • art 2449 c.c. divieto di nuove operazioni in caso intervenga perdita che porti capitale sociale al di sotto del minimo di legge
  • art 2423 ,art 2425 redazione del bilancio(non redazione -sopravvalutazioni -sottovalutazioni)
  • divieto di operare in conflitto di interessi (es: operazioni infragruppo)
  • art 2377 (in ordine alla esecuzione delle delibere Assembleari)
  • Violazione dello Statuto
  • Malagestio (imprudenza, imperizia, negligenza, omissioni, errori, dichiarazioni inesatte o fuorvianti)

Esempi

  • Esempi di Malagestio
    • operazioni di finanziamento arbitrarie
    • mancata riscossione di crediti sociali
    • spaventosa incapacità commerciale
    • assunzione di impegni sproporzionata alla capacità della società
    • operazioni senza dubbio irrazionali e avventurose
    • imprudente rinuncia a mezzo di pagamento di pronta soluzione sulla base di mere promesse di futuro pagamento
    • operazioni difformi da Oggetto sociale( -Caso Calvi - Caso Montedison/Messaggero)
    • garanzie fidejussorie non correlabili all'interesse della società garante (caso Ass.ne/Editrice)
  • Esempi di Conflitto di Interesse:
    • pagamenti di compensi non deliberati
    • contratti sfavorevoli per la societa' e favorevoli per il terzo
    • contratti con societa' in cui gli Amm.ri fossero personalmente interessati

 


ASSIPMI è un marchio STEFFANO GROUP Srl
20123 Milano, Viale di Porta Vercellina 20 - Tel. (+39) 02.91.98.33.11 - Fax (+39) 02.87.18.11.52
Recapiti Roma: Tel. (+39) 06.98.35.71.16 - Fax (+39) 06.23.32.43.357
Recapiti London (UK): Tel. (+44) 20.35.29.61.35 - Fax (+44) 20.35.29.10.29
www.assipmi.it E-mail info@assipmi.it
P.Iva e Cod. Fisc. 06381270963 - Iscr. RUI B000287466 del 07.01.2009 - Cap. Sociale 10.000,00 i.v.